• La pubblicità che compare nel forum lo sostiene con una piccola entrata, se usi AdBlock bloccando la visualizzazione delle pubblicità non aiuti il forum. Se vuoi dare una mano disabilitalo quando navighi in queste pagine. Grazie

Arturo di Ajova - Associación Jacobea Vallisoletana

Edo

Admin
Membro dello Staff
Direttivo Ass.ne
Collaboratore Ass.ne
Socio Assoc.ne PPS
Utente attivo
Alcuni di voi conoscono Arturo, che ha costruito e gestisce l'albergue a Puente Duero.
E' un personaggio che dal nulla ha costruito con gli amici l'albergue per pellegrini a Puente Duero, paese a 12 km da Valladolid.

Dopo anni di mail intercorse con lui finalmente l'anno scorso ci siamo conosciuti quando ho percorso il cammino di Madrid.
E' stato un bell'incontro e parlando con lui a cena mi aveva detto che cercava hospitaleri volontari per la gestione dell'albergue.

E' un albergue piccolino con soli 8 posti letto e con cameretta per l'hospitalero, all'esterno ha un giardino dove coltiva un bel po' di cose .... vero liam ;-)

Ormai da diversi anni io gli inviavo il calendario dell'associazione e lui mi inviava pubblicazioni dell'associazione.

Quest'anno Franco maia è stato da lui come hospitalero per 15 giorni a luglio e da solo ha gestito i pellegrini che passavano.

Penso che tanti di noi hanno già provato l'esperienza come hospitalero perchè dopo aver concluso il loro cammino, si sono resi conto nella loro memoria sono belli i ricordi legati ai luoghi e alle persone, più che quelli relativi alla fatica o ai chilometri, sopratutto in quegli albergue del Cammino di Santiago che ancora conservano una gestione incentrata sull’essenza stessa del pellegrinaggio.

Arturo mi scrive se posso condividere la sua richiesta di ricerca di volontari per la gestione dell'albergue a Puente Duero.

E ben volentieri accetto questa richiesta e la giro a Voi, avete voglia di fare il volontario in un albergue sul cammino di Madrid?

Cosa si richiede: spirito di adattamento, conoscenza almeno basica dell'Inglese e dello Spagnolo, ma sopratutto aver fatto il cammino e sapere di cosa un pellegrino abbisogna. L'importante è l'ultimo requisito, perchè se non hai già percorso il cammino ben difficilmente riesci a comprendere di cosa ha bisogno un pellegrino.

Non ci sono compensi, il costo della trasferta è a carico del volontario, ma è vivere il cammino dalla parte di chi ti accoglie invece di essere dalla parte di chi cerca accoglienza.

Se desiderate altri contatti scrivetemi un messaggio privato usando la bustina in alto a destra del menù e vi lascio i contatti di Arturo.

Edo
 
Carissimi pellegrini
Voglio spendere due parole sull'esperienza che ho fatto a Valladolid precisamente a Puente Duero sul cammino di Madrid a luglio scorso.

Grazie al contatto realizzato dal presidente dell'associazione Ajova Arturo García Álvarez Ho potuto trascorrere 20 giorni come hospitalero presso il suo albergue.

L'albergue é un hospitale con casette in legno stile tirolese dove vengono ospitati al massimo 8 pellegrini a notte.

I locali sono molto accoglienti, nella stanza dove si registra il pellegrino fa bella mostra una nutrita biblioteca di libri e guide sui cammini spagnoli, tutto attorno credenziali e segni di riconoscenza del passaggio dei pellegrini venuti da tutti i continenti.

La cucina è ben attrezzata e non manca la verdura a km zero visto che fuori oltre il patio per il descanso un Orto curatissimo fornisce giornalmente insalata zucchine melanzane.
Un compito che spetta al hospitalero di turno é quello della cura di questa oasi di prelibatezze.
Un luogo dove lo spirito e il corpo si rinfranca nell' attesa dell'alba del giorno seguente dove si muovono i primi passi verso il ponte medievale che supera il rio Duero simbolo dell'albegue.
Il cammino di Madrid è un cammino meno noto di altri ma è frequentato
da pellegrini motivati che sono alla ricerca di pace e di contemplazione della natura e delle bellezze storiche di questi territori.

Fare l'hospitalero qui ti rimette in relazione con il pellegrino nella maniera più autentica e umana...cosa che su altri cammini è venuta a mancare e che è la vera essenza del viaggio verso Compostella
Ora tocca a voi.,..

Arturo vi aspetta

Il sempre vostro Franco maia
 
Similar threads
Thread starter Titolo Forum Risposte Data
Il Forum Benvenuto/a, Arturo da Viterbo Chi siamo? ... presentiamoci 1

Similar threads

Trova un utente

Scudetto Libretto PPS

I libretti sono realizzati totalmente in carta riciclata e hanno misura 112 x 85 mm
La penna è di colore nero e le pagine sono a righe orizzontali

Lo scudetto è realizzato in stoffa e può essere cucito o incollato dove si desidera, non è termoadesivo.

Il costo comprende anche le spese di spedizione che variano a seconda della quantità ordinata.

Scelta oggetto
Alto