Chiudi
Ciao Ospite, benvenuto nel forum Pellegrini per Sempre
lo stai visitando nella sua parte pubblica, comunque anche da ospite puoi scrivere un argomento nel forum dedicato agli ospiti ma se vuoi interagire con gli iscritti, vedere tutti i forum della board, partecipare ai nostri raduni e tanto altro e' necessario effettuare l'iscrizione cliccando in alto su "Entra o Registrati".
Da questo link puoi anche iscriverti alla newsletter del forum. Buon Cammino
Chiudi
Solo per ricordare che abbiamo on line circa 365 album suddivisi per cammini con le Vostre foto. Se volete pubblicare le Vs. foto scrivetemi a : admin@pellegrinipersempre.it
Questo il link per visualizzare la nostra gallery

Ho poco tempo per fare tutto il cammino ...

Discussione in 'Le domande più frequenti' iniziata da Edo, 16 Aprile 2009.

  1. Edo

    Edo Admin Membro dello Staff Socio Assoc.ne PPS

    oppure
    Sia chiaro: ciascuno ha tutto il diritto di fare il cammino come crede senza doverne rendere conto a nessuno.
    Il mio consiglio è di partire da Saint Jean Pied de Port e di percorrere la parte iniziale del cammino, sino a che il tempo a disposizione lo consente, e quindi rientrare. Il cammino potrà essere ripreso e concluso successivamente, in due, tre, quattro volte. Non c'è nessuna fretta di arrivare. E non è certo una buona soluzione percorrere solo l'ultima parte del cammino: sarebbe come aprire un libro e saltare la prima metà, o anche di più: ma che senso avrebbe? E ugualmente sbagliato sarebbe saltare alcuni capitoli, quasi fossero inutili, superflui. E quando mai si va a vedere l'ultima parte di un film solo perché non si ha il tempo di vederlo tutto?
    Anche per il cammino l'approccio è lo stesso: il cammino ha una sua unità, una storia, un succedersi di paesaggi, di luoghi storici, un insieme di suggestioni. Come si può tagliarne delle parti senza rischiare di snaturarne il significato?
    Non si va sul cammino per i suoi paesaggi: chi cerca questo allora ha a disposizione luoghi certamente migliori. Il cammino non è un trekking qualsiasi: è un'esperienza unica, assolutamente particolare. Non esistono tappe belle o tappe brutte.
    Basta chiedere a chi ha fatto il cammino e si ascolteranno le opinioni più diverse.
     
    A Graziella Amedeo, EMMETI e Gaudy piace questo elemento.
  2. Romina

    Romina Utente storico

    Non credo che sia così importante da dove si inizia o dove si finisce. Conta solo il tuo spirito e quello che cerchi tu dal cammino.
    Io nel Camino cerco amicizia, comunione, allegria, confronto, esperienza e per me è importante fare dei tratti lunghi senza saltare le tappe, così si evita di perdere in cammino le persone che hai conosciuto.
    Il primo Camino io ho percorso gli ultimi 500 km (circa) e credo di aver assorbito in pieno ciò che il Camino poteva darmi anche se non sono partita da SJPDP.
    Ma credo sia normale che la prima volta che si fa il Camino si abbia voglia di arrivare: CHE CAMMINO DI SANTIAGO SAREBBE SE NON ARRIVI A SANTIAGO?
     
    A Gaudy e Alessandro piace questo messaggio.
  3. marysoul

    marysoul Iscritto

    Anch'io vorrei percorrere il cammino dall'inizio ma non credo di potercela fare. Sto quindi cercando di organizzarlo partendo da Leon. Forse è la paura della prima volta o forse l'età che va oltre al mezzo secolo ma credo per me sarà già una grande conquista e gioia concludere il mio
    Cammino anche se parziale. Magari per il prossimo sarò pronta ad affrontarlo da SJPP. ;)
     
  4. Julo

    Julo Utente storico e attivo

    Ci sta.
    Ma le volte successive c'è sempre. Magari un po' di meno, ma c'è.

    qui ci sono persone che hanno fatto il primo cammino a oltre 60 anni, e qualcuno a quasi 80.
     
  5. marysoul

    marysoul Iscritto

    Spero con tutto il cuore che ci sarà anche un'altra volta e che magari sia il percorso completo!.. e sì ho visto che ci sono molte persone più anziane di me, ma io devo anche fare i conti con il mio fisico che per problemi di salute negli ultimi anni si è un po'...incriccato! ;)
     
    A Edo piace questo elemento.
  6. EMMETI

    EMMETI Utente storico e attivo Socio Assoc.ne PPS

    Cara Marysoul,
    sapessi quanti, o meglio ancora quante, di noi sono partite proprio in ragione di quello che tu chiami "incriccamento"...
    Arriva un'epoca della vita nella quale cominciamo a tirare le somme, gli acciacchi si fanno sentire. Ma i sogni anche.
    Ognuno fa il suo cammino, per le sue ragioni, quali esse siano. Tanto, diverse saranno le risposte del Cammino, anche a domande che non ci eravamo posti.
    Ma mi associo al consiglio di Edo.
    Se temi di non farcela, quale che sia la ragione, fai un programma minimo, magari di una settimana. Ma non tagliare dei pezzi. Perchè se il cammino dovesse "prenderti", se ti dovesse venire la santiaghite, ti spiacerebbe non aver assaporato le sensazioni dell'avvicinamento, l'emozione del passo dopo passo.
    Questa la mai esperienza. Ma mi ha dato la forza e me la da ogni giorno che passa.
    MT
     
    A SANDRO60, Graziella Amedeo, Jackie e ad altre 3 persone piace questo elemento.

Condividi questa Pagina

  1. Questo sito utilizza i cookies. Continuando a navigare tra queste pagine acconsenti implicitamente all'uso dei cookies.
    Chiudi