La partenza si avvicina


maryam

Utente storico e attivo
Socio Assoc.ne PPS
Quoto Fulvia, tutte le cose belle ed importanti danno un po' di ansia, ma dopo pochi km. ti chiederai solo come mai non l'hai fatto prima e sarà gioia!
Buon cammino!
 

Sardina

Administrator
Membro dello Staff
Socio Assoc.ne PPS
Insomma, stai per fare una delle esperienze che più ti lasceranno il segno...quindi ti concediamo un pochino di ansia, ansia che sparirà tra il primo e il secondo passo, e poi basta. Diventerai parte del cammino e dopo due ore di passi l'unica domanda che ti farai sarà: "perchè avevo l'ansia? E perchè non l'ho fatto prima?" E ti darai due bacetti da sola! Vedrai!
Pat
 

guido_e_cri

Utente storico
Socio Assoc.ne PPS
ciao irene.

sai una cosa?

credo che quell'ansia e quel brivido di timore ci siano sempre.
e non importa quanti cammini hai fatto.
e da quanti anni sei pellegrina.
ogni volta parti per l'ignoto.
e ogni volta che parti per un nuovo cammino parte una versione nuova e diversa di te.
l'ansia e l'emozione direi che ci stanno tutte.
però hanno ragione i pellegrini che ti hanno scritto prima di me.
muovi il primo passo.
e sarai a casa.

sai un'altra cosa, irene.
è magia, il cammino.
e ogni volta il cammino ti dona tutto quello di cui hai bisogno.
e anche quello di cui non sapevi di avere bisogno.
e anche molto più di quello quello di cui pensavi di bisogno.

ed elargisce questi doni da ben prima che muovi il primo passo.
e anche molto dopo che hai mosso l'ultimo passo ufficiale.

occhi aperti e cuore pronto.
i doni del cammino compaiono ovunque.
anche dove meno te l'aspetti.

tra l'altro.
in maggio ci sono in giro un sacco di pps.
spesso hanno uno scudetto di stoffa cucito sullo zaino.
scovane uno e avrai trovato qualcuno di famiglia.
qualcuno che si farà in quattro per darti una mano dentro ogni tuo bisogno.

che sia un buon cammino.
ciao.

cri
 
Ultima modifica:

Raùl

Utente storico e attivo
Socio Assoc.ne PPS
Uhmm ... nel messaggio della Cri si cita sia il "problema" che la soluzione: qualcosa mi suggerisce che tu debba stare serena, Irene ... ;)
Al Cammino non sfugge nulla.
Il Cammino pensa a tutto.
Tu pensa solo a lasciarti trasportare da esso: vedrai che ogni ansia diventerà un ricordo sul quale ridere, raccontandolo agli amici al tuo ritorno.

Goditi ogni passo.
 

IREM83

Utente attivo
Ciao Cri , ti ringrazio tanto per queste belle parole , appassionate e rincuoranti . Più vicina sono al giorno della partenza è più cresce l’ansia Ma sentire queste cose mi fa tanto bene e soprattutto sapere che quello che sto provando in questo momento è un sentimento condiviso! Grazie
 

IREM83

Utente attivo
Uhmm ... nel messaggio della Cri si cita sia il "problema" che la soluzione: qualcosa mi suggerisce che tu debba stare serena, Irene ... ;)
Al Cammino non sfugge nulla.
Il Cammino pensa a tutto.
Tu pensa solo a lasciarti trasportare da esso: vedrai che ogni ansia diventerà un ricordo sul quale ridere, raccontandolo agli amici al tuo ritorno.

Goditi ogni passo.
☺Grazie !
 

SANDRO60

Utente storico e attivo
Socio Assoc.ne PPS
buon cammino Irene.... incontrerai tante persone e farai amicizia con chi condivide i tuoi pensieri. ciao Sandro
 

Andrea_i

Iscritto
Buongiorno Irene,
io un mese fa, come te, son partito per il mio primo cammino e volutamente in solitaria, alcuni amici volevano aggregarsi ma non ho voluto.
Non posso parlare di paura ma certo che qualche timore lo avevo anche io, per me in particolare c'era anche la sfida del dormire con sconosciuti in camere comuni e mangiare il cibo degli ospitali.
mentre pensavo a quei timori nello stesso tempo pensavo alla soddisfazione che avrei avuto nel caso avessi superato quelle sfide.
ora il cammino è finito ( lucca-siena) e posso dirti che le sfide le ho vinte e che ho fatto praticamente tutto il viaggio da solo salvo per un paio di chilometri e salvo per un saluto ad altre persone davanti ad attrazioni. In una settimana solo in 2 punti di ristoro ho incontrato persone e alla sera in ospitale.
ora posso dirti che in solitaria(almeno per me) è l'esperienza piu bella che tu possa fare.
Del viaggio in solitaria ricordo tutto, il paesaggio, i dettagli, molti bivi ecc ecc del tratto che ho fatto con l'altro pellegrino, (compagnia piacevolissima) ricordo solo le parole che ci siamo detti; non ricordo i dettagli del percorso !
In me è nata una regola: faro i miei cammini con altri compagni solo se rifaro una tratta gia fatta.
Buon Cammino e tienici aggiornati
 

Donato

Utente storico e attivo
Socio Assoc.ne PPS
Più o meno capita a tutti, ma l'ansia è anche un meccanismo di difesa che ti stimola maggiormente a riflettere.
Però sappi che se qualcosa ora ti incute paura o può sembrare "incontrollabile" in realtà dopo scivola passo dopo passo.
Goditi questa esperienza che sarà indimenticabile.
 

IREM83

Utente attivo
Buongiorno Irene,
io un mese fa, come te, son partito per il mio primo cammino e volutamente in solitaria, alcuni amici volevano aggregarsi ma non ho voluto.
Non posso parlare di paura ma certo che qualche timore lo avevo anche io, per me in particolare c'era anche la sfida del dormire con sconosciuti in camere comuni e mangiare il cibo degli ospitali.
mentre pensavo a quei timori nello stesso tempo pensavo alla soddisfazione che avrei avuto nel caso avessi superato quelle sfide.
ora il cammino è finito ( lucca-siena) e posso dirti che le sfide le ho vinte e che ho fatto praticamente tutto il viaggio da solo salvo per un paio di chilometri e salvo per un saluto ad altre persone davanti ad attrazioni. In una settimana solo in 2 punti di ristoro ho incontrato persone e alla sera in ospitale.
ora posso dirti che in solitaria(almeno per me) è l'esperienza piu bella che tu possa fare.
Del viaggio in solitaria ricordo tutto, il paesaggio, i dettagli, molti bivi ecc ecc del tratto che ho fatto con l'altro pellegrino, (compagnia piacevolissima) ricordo solo le parole che ci siamo detti; non ricordo i dettagli del percorso !
In me è nata una regola: faro i miei cammini con altri compagni solo se rifaro una tratta gia fatta.
Buon Cammino e tienici aggiornati
Grazie , sicuramente vi farò sapere :)devo dire che condividere con voi questo momento è proprio bello ! Ricevere parole di incoraggiamento e Leggere
 

Raùl

Utente storico e attivo
Socio Assoc.ne PPS
In generale, la "paura" è un sentimento benefico al quale la mente ricorre quando qualcosa esce dalla propria sfera di controllo e quindi è bene averla!
Chi non ce l'ha, non è coraggioso, ma incosciente, quindi si tratta di una cosa molto positiva e non bisogna star lì a rimuginarci troppo! :)
Ovviamente si deve trattare di una forma sana di autodifesa (e visto che hai deciso di partire nonostante tutto, è senz'altro questo il caso), ovvero una paura che non " blocca l'azione" o si trasforma in panico.
La tua non è ansia: è soltanto il proprio "io" che si domanda (e ti domanda):
"Ehi ... ma sta cosa qui non l'abbiamo mai fatta ... che cos'è? Non è nel mio schedario!"

Dove sta la parte "figa" del ragionamento?
E' semplice: quando sei al dunque, in questo caso in Cammino, ovvero nel "mood" che il tuo io non sente familiare,la mente si rilassa perchè si trova "in loco", lo riconosce come non ostile e codifica immediatamente la cosa come "WOW!". Il guardiano dell'autodifesa la aggiunge subito allo "schedario" e quindi tutto passa come per incanto!
Oltretutto ci saranno tanti altri pellegrini, questo conforterà ancor più la tua autodifesa, perchè registrerà i loro comportamenti come "tranquilli e rilassati"!

E' matematico e vale in ogni circostanza che sia alla nostra portata: che sia prima di un giro sull'ottovolante, o la classica paura dell'ago che hanno i bambini al momento dell'iniezione (già fattooo???!!!"), o la poltrona del dentista, o un passeggero al primo volo, ecc...
Fidati: è sempre così.
"Dopo" si ammette sorridendo a se stessi che "infondo mi stavo preoccupando per una c@zzata" ... e si acquista ancor più fiducia.
;)
 
Ultima modifica:

Scudetto Libretto PPS

I libretti sono realizzati totalmente in carta riciclata e hanno misura 112 x 85 mm
La penna è di colore nero e le pagine sono a righe orizzontali

Lo scudetto è realizzato in stoffa e può essere cucito o incollato dove si desidera, non è termoadesivo.

Il costo comprende anche le spese di spedizione che variano a seconda della quantità ordinata.

Scelta oggetto
Alto