• La pubblicità che compare nel forum lo sostiene con una piccola entrata, se usi AdBlock bloccando la visualizzazione delle pubblicità non aiuti il forum. Se vuoi dare una mano disabilitalo quando navighi in queste pagine. Grazie

Mi è arrivata la campanilla...allora mi ripresento (15 anni dopo)

AndreaUnz

Utenti registrati
Salve gente di mare, di montagna e pianura.
Dopo tanti anni rimetto piede pubblicamente sul Web e sul mondo pellegrino...e quindi mi ripresento.

"Vesuviano", Pellegrino e poi Hospitalero di vecchia data, era il lontano 2005...quando ancora non esisteva questo forum e quando il cammino era altra cosa!
(Ve lo ricordate quando per comprare un biglietto delle ferrovie francesi che casino si doveva fare? Di aneddoti ce ne sarebbero tanti da raccontare ;-)).

Dieci anni è più di lontananza dal cammino dove avevo lasciato i miei sandali, i miei mal di schiena ( lo giuro sistemare 200 posti letto al giorno te lo fa venire :-D ), il parlare tutto le lingue del mondo senza conoscerne neanche una, il desiderio di aiutare gli altri pellegrini per un'autentica restituzione e tantissimo altro.

Un semplice grazie, magari anche solo scritto sul libro delle Cronache dell'Albergue, bastava a ripagare le mie fatiche; in fondo il mio desiderio di allora era di dare a tutti una possibilità di un' incontro vero (lo pensavo tutte le mattine quando aprivo la porta... Santiago aveva cambiato la mia vita e se io mi fossi impegnato...anche gli altri avrebbero forse potuto vivere un'esperienza autentica e magari anche la loro vita avrebbe potuto cambiare in meius, tutto nella gioia di un incontro).

Poi arrivò il momento di fare delle scelte in cerca di altri cammini della vita, lasciando tutto questo.
In cambio però una fede ritrovata, grazie proprio a San Giacomo.

Sarà proprio il caso di dirlo, altro che diamanti: "un Pellegrino è Per Sempre", voi mi capite.
Idem uno Hospitalero!
Possono passare anche diversi lustri ma un po' di Santiaghite prima o poi ritorna sempre, a tutti...forse anche a te che mi stai leggendo ora!

Il vero motivo non lo so, sarà il periodo un po' così che sto vivendo, sarà che sono cambiato io, sarà che sono cambiati i pellegrini, sarà che è cambiato il mondo o...sarà semplicemente il pacco che mi è arrivato pochi giorni fa, la CAMPANILLA DI SANTIAGO, che mi ha fatto venire la voglia di ritornare on line!
Me l'ha spedita dopo diverso tempo che la cercavo un robivecchi direttamente da Murcia.
Sulla campanilla ci potrei scrivere un romanzo, la storia è lunga, ma un giorno ve la racconterò...

In tutto questo pero' per non so ancora se sono pronto per un ritorno a Santiago...
In un mondo oggi fatto troppo spesso di fake e flame, di pseudo-apparenze e pseudo-equità antropologicamente modificate, purtroppo anche molti pellegrini si sono "geneticamente" modificati, downgradando e barattando spesso l'educazione e non solo, al prezzo di uno stupido wifi.

Tocca vede'... magari nonostante tutto, troverò il coraggio di rimettere i piedi sulla via...

Provo a concludere queste mia presentation con una breve lista dei nuovi "geni modificati" scoperti e a me estranei ( sicuramente ce se sono di più, magari aggiungeteli voi nei commenti). Li recupero grazie da alcune conversazioni pre-covid con un mio amico hospitalero tuttora in servizio . Vamonos:

- Le pretese (come se tutto avesse sempre un prezzo!)
- La corsa agli ostelli di notte fonda (chiaramente svegliando tutti)
- Le prenotazioni (booking, airbnb e quant'altro ...questo già prima del Covid)
- Le app di ogni genere e grado
- Le foto e i selfie da rifare tremila volte perché il filtro non non va bene
- I youtuber per scelta o per caso, che ti filmano pure quando vai al bagno
- I facebookiani da dirette incallite 24h su 24
- I turigrini rompipalle (quelli non mancano mai)
- Quelli che chiedono informazioni ovunque e a chiunque facendo sempre la stesse domande senza neanche prendersi la briga di ascoltare le risposte. (Sono gli stessi che scrivono sui social post ossessivi-compulsivi, quando bastava leggere il post precedente che chiede esattamente le stesse cose !!!)
- Il trasporta zaini sempre e comunque
- Le frecce fraudolente e i menu rigonfiati ai pellegrini

etc etc etc.

Vabbene gente... ho scritto anche troppo.
Vi auguro un buon sabato e chissà magari da oggi riprenderò anche a scrivere post.

A presto e grazie
Andrea, aka AndreaUnz

p.s. vi allego, giusto per, la foto della campanilla, naturalmente al primo scatto e senza filtri :)
 

Allegati

  • campanilla.jpg
    campanilla.jpg
    40,7 KB · Visite: 17

Edo

Admin
Membro dello Staff
Direttivo Ass.ne
Collaboratore Ass.ne
Socio Assoc.ne PPS
Utente attivo
Utenti registrati
Prima di tutto Benvenuto Andrea.

Una presentazione come poche direi, ma adesso son curioso di conoscere la storia della Campanilla.

Quando vorrai ce la racconterai.

Riguardo a come è cambiato il cammino dai primi anni che lo ho percorso sono d'accordo con te ... ma tutto cambia e si evolve e anche il cammino è fra questo. Colpa forse/anche della Spagna che aveva pubblicizzato il cammino come "Vacanza a basso costo" ... Paginone centrale su Oggi nel 2008 se non ricordo male.

Mi permetto solo un appunto sul discorso trasporto zaini che penso sicuramente tu lo hai citato riferendoti a chi lo zaino poteva benissimo metterselo sulla schiena. Ma sul cammino ci sono anche persone che per problemi di salute non possono farlo e allora ben venga il trasporto se questo permette di far percorrere il cammino a chi non avrebbe potuto farlo.

Chiaro che tutte le categorie che hai citato si vedono pincipalmente nel periodo estivo e sul francese. Lo ho notato anch'io ma penso che se tu avessi voglia di ritornare su quei sentieri in stagioni diverse (ad esempio in dicembre) troveresti persone interessanti e ti godresti il cammino come era anni fa.

Come dico tante volte il cammino francese è il cammino di Santiago, gli altri cammini sono cammini che portano a Santiago, ma nei cammini minori penso che ritroveresti quello "spirito" che dici non c'è più.

Ora mi fermo altrimenti divento troppo prolisso ma due suggerimenti te li ho buttati li.

Edo

p.s.: RIguardo ai treni francesi devo dire però che all'epoca mi ero trovato bene a prenotarli dato che le ferrovie francesi permettevano di acquistare i biglietti on line e te li spedivano a casa per posta.
p.p.s.: Una domanda : il tuo nick lo ho già visto... eri sul forum "camminosantiago.com" nel 2003/4/5/6 ? Se la memoria non mi inganna eri anche abbastanza attivo in quel periodo e mi ricordo che eri abbastanza attivo insieme a me, guido, freespirit, ermetismo, Gianluca ex pb e altri che poi sono emigrati qui.
 
Ultima modifica:

AndreaUnz

Utenti registrati
Prima di tutto Benvenuto Andrea.

Una presentazione come poche direi, ma adesso son curioso di conoscere la storia della Campanilla.

Quando vorrai ce la racconterai.

Ciao Edo,
il nick lo ho già visto...sono proprio io ;)

Apprezzo il consiglio...sicuramente se ci sarà un altro camino per me sarà sicuramente uno "minore" e perché no, d'inverno. Grazie

Sul tornare a fare l'hospitalero chissà...

Sullo zaino lo so, capisco che senza tale servizio tanta gente non potrebbe fare il cammino...però un po' di romanticismo amarcord :-)) non guasta mai ( quando si alleggeriva lo zaino della persona in difficoltà o ci si offriva di portarne due per qualche chilometro).

Per i treni francesi sono sempre stato un po' sfigato: il problema e che spesso dovevo cambiare last second e non sai quante litigate in anglo-napoletano dovevo fare per farmi capire...

Per la campanilla, poi mi adeguerò prossimamente per raccontarvi l'aneddoto...

Nel frattempo, però, vi allego il link del suono per sentire come fa.

A presto
AndreaUnz
 

fulvia53

Socio Assoc.ne PPS
Utente attivo
Utenti registrati
Ciao Andrea, benvenuto o ben tornato.
Anch'io sono curiosa di sapere la storia della campanilla, ho visto la foto ed è bellissima.
 

minuetta

Socio Assoc.ne PPS
Utente attivo
Utenti registrati
ciao Andrea ben tornato :)
quanto mi piace la campanilla e che suono meraviglioso .
Stimo molto chi fà l'ospitalero dedicando tanto tempo ai pellegrini, è una vera missione non credo ne sarei capace.
Penso che un pellegrino conservi in eterno nel cuore e nell'anima il ricordo del cammino, qualcosa di inspiegabile per chi non conosce quelle sensazioni che si provano zaino in spalla .

Forse quest'anno sarò una pellegrina che si farà portare lo zaino*, certo non farò la gara di chi percorre più chilometri , ma non rinuncio a partire, ho voglia di andare , voglio tornare in quella nostra piazza , abbracciare il Santo <3

* 30 lt , voglio riuscire a stare sotto i 4 kg ;)

Bello che ti fai rivedere dopo tanto tempo, son certa che già hai in mente qual'cosa !!
Racconta, racconta che a noi ci piace tanto .
Cetty
 
Ultima modifica:

Griffo

Socio Assoc.ne PPS
Utente attivo
Utenti registrati
Ciao benven bentorn sininsomma
Ok ciao ahahha

hai un lungo passato e bravo che sei cui per trasmetterlo ai posteri

tutte le categorie che hai citato si vedono pincipalmente nel periodo estivo e sul francese.

io sono uno che sul francese ed in agosto vorrà alzare l’asticella di quella parte che è ancora sana e non vuole approfittare del Cammino bensì abbandonarsi alla sua gentilezza.
 

AndreaUnz

Utenti registrati
Hola gente, grazie per i saluti.
Magari della campanella dirò più avanti....dico soltanto che ha incrociato due mondi della mia vita, apparentemente lontani ma tanto vicini, uno giacobeo, l'altro....

La storia ha a che fare indirettamente con questo sello. Ve lo allego.
Qualcuno l'ha mai visto o avuto su una credenziale?
 

Allegati

  • sello_.png
    sello_.png
    117,6 KB · Visite: 11

Similar threads

Trova un utente

Scudetto Libretto PPS

I libretti sono realizzati totalmente in carta riciclata e hanno misura 112 x 85 mm
La penna è di colore nero e le pagine sono a righe orizzontali

Lo scudetto è realizzato in stoffa e può essere cucito o incollato dove si desidera, non è termoadesivo.

Il costo comprende anche le spese di spedizione che variano a seconda della quantità ordinata.

Scelta oggetto
Alto