• Ciao Ospite, benvenuto nel forum Pellegrini per Sempre
    lo stai visitando nella sua parte pubblica, comunque anche da ospite puoi scrivere un argomento nel forum dedicato agli ospiti ma se vuoi interagire con gli iscritti, vedere tutti i forum della board, partecipare ai nostri raduni e tanto altro e' necessario effettuare l'iscrizione cliccando in alto su "Registrati".
    La registrazione, oltre a quanto detto sopra, porta anche a non visualizzare alcune pubblicità come quella sottostante nelle varie risposte dei forum

Pensieri in cammino


Che voto assegni al racconto ?

  • 1

    Voti: 0 0,0%
  • 2

    Voti: 0 0,0%
  • 3

    Voti: 1 3,0%
  • 4

    Voti: 1 3,0%
  • 5

    Voti: 3 9,1%
  • 6

    Voti: 10 30,3%
  • 7

    Voti: 4 12,1%
  • 8

    Voti: 8 24,2%
  • 9

    Voti: 2 6,1%
  • 10

    Voti: 4 12,1%

  • Votanti
    33
  • Sondaggio terminato .

falso ciclista

Utente storico
Socio Assoc.ne PPS
Pensieri in cammino


Parto solo
Ancora una volta
Cumulo di emozioni
Confusione, ansia
So che mi perderò
Per distrazione
Per gioco
Per curiosità
_______________________

Quante partenze
Quanti Cammini
Quanti percorsi
noti e ignoti.
Esperienza
conoscenza acquisite
Non sono sufficienti
A fugare i dubbi
_______________________

Vado verso il nulla
ancora una volta
di troppo.
_______________________

Ieri c’era il sole
Oggi il cielo è coperto
Il vento dal grande mare
Tiene compagnia
Scuote gli alberi nei boschi
Mi fa ondeggiare
lungo sentieri senza riparo
_______________________

Grumo di case
bianche di calcina
qualche anziano
seduto sull’uscio
in attesa della brezza serale
_______________________

Un piccolo cimitero
I bianchi muri
riflettono
raggi di sole al tramonto
Un paio di panchine
sotto grandi alberi
La notte l’ho passata lì
_______________________

Dormi Spagna
Sotto il tuo cielo stellato
Che questa notte mi hai regalato
Le cicale han smesso di cantare
Solo il tiepido soffio del vento
Al ritmo del mio respiro
_______________________

L’alba oggi
ha teneri colori
Timidi raggi di sole
accarezzano dolcemente
il risveglio della campagna
Ed il mio
_______________________

Mattino presto sugli altipiani
aria buona e fresca
I polmoni faticano a contenerla
Non sono abituati
_______________________

Giorno di sentiero
Tra il profumo di campi
arati di fresco
A sera io ne sono ebbro
_______________________

Lunga e diritta correva la strada
Parole della canzone
Oggi però non è così
Sentiero solitario
tortuoso
Si perde tra i campi
Soffio potente del vento
Qui non ha ostacoli
Tutto spazza
in un turbinio di polvere
_______________________

Un poco di ombra
A lungo attesa
In questa giornata torrida
Solo le cicale tengono compagnia
_______________________

Un paese abbandonato
Un antico monastero
Mura cadenti
Cosa mi raccontano
Queste antiche pietre
Nidi di uccelli
Custodi discreti
della vita
che qui scorre lenta
_______________________

Oggi cielo azzurro, terso
Giorno senza nuvole
Come è possibile?
Dove sono andate?
_______________________

Il suono di una campana
Un riverbero portato dal vento
Ma il paese dov’è?
_______________________

Ho attraversato il paese solitario
In un meriggio torrido
In compagnia delle cicale
La presenza umana era altrove
_______________________

Nuvole mi rincorrono
Spesse, scure
Cariche di pioggia
Le riconosco
Sono a corto di pensieri
Uno solo rimbalza nella mente
Dove mi riparerò?
_______________________

In mezzo al nulla
un incrocio di sentieri
Una grande croce
Di pietra antica
Il mistero che si ripete
Ed indica la giusta Via
_______________________

Questa doveva essere
una storia
del dove
e del perché
Ma alla fine del viaggio
non ho trovato
quel dove
e nessuna risposta
_______________________

Oggi su questi monti
Avvolto dalla nebbia soffice
Sono come il personaggio
dipinto da Caspar
Un viandante sul mare di nebbia
_______________________

Sulla punta estrema
Alla terra si sostituisce
il grande mare
Estremità del mondo antico
Non ho altri confini
da scavalcare
Con la sola volontà
Ci vorrebbe altro
Che non siano solo
Gambe, cuore e mente
_______________________

Non si deve ritornare
nei luoghi
dove si sono vissute
intense emozioni
La delusione è grande.
_______________________

Notte di blu inteso
come in un prato di margherite
milioni di stelle
la Via Lattea
Striscia bianca
Densa, piena
contrasta
l’oscurità dell’infinito.
E indica la giusta direzione
_______________________

Ore corrono rapide
Con ritmo diverso.
Ho tutto il tempo
che desidero
per vivere la giornata
_______________________

Il tempo vissuto
qui si dilata
a dismisura
come l’orizzonte
che ho davanti
_______________________

Libri, carte
Compagni di sogni
per mesi
Ancora una volta
sembrano perdere
significato
potrebbero non servire
se non dovessi farcela
_______________________

Per la prima volta
Ho provato paura
fin dalla partenza
Il mio fisico per mesi
ha mandato segnali
a volte terribili
Adesso però sono qui
_______________________

Hai la bici rotta?
No, mi piace camminare
_______________________

Primi giorni
di Cammino
riprendere a percorrere
strade, sentieri
Cammini storici
Ritrovare ritmi
del vagabondare libero
Seguire il richiamo
dell’universo interiore
A casa aggroviglia
la mente per mesi
Adesso è una bussola
indica la Via
lungo questo Cammino
in terra di Francia
ben poche sono le indicazioni
da seguire
_______________________

Tardo pomeriggio
tiepido di sole
Sono arrivato
Dove non previsto
Ho indugiato a lungo.
Una chiesa minuta
un rifugio chiuso
devo telefonare
consuetudine in Francia
_______________________

Il piccolo portico
Invitante, fresco
asciuga il sudore
Seduto all’ombra
spalle al muro
occhi chiusi
Ascolto
Il rosario della sera
cantilenante recitazione
delle anziane
Buona compagnia
il salmodiare
lento e dolce
come una ninna nanna.
_______________________

Vieni qui all’ombra
Togliti lo zaino
Siediti
Togliti scarpe, calze
fai respirare
i tuoi piedi stanchi.
Respira anche tu
lentamente
Bevi un poco d’acqua
e se vuoi raccontami
la tua storia
o anche le tue bugie
Qui non sono importanti.
_______________________

L’ho visto
macchine fotografiche
attrezzature varie
Quasi tre chili di peso
Ne andava così fiero
E scattava foto a mitraglia
_______________________

Moderni pellegrini
a casa ricordano dove sono stati?
Perché erano sul Cammino?
Tutte quelle foto.
Dove le hanno fatte?
Perché le hanno fatte?
_______________________

Play my song …
here cames again … (1)
Le musichette
A casa
Sono compagnia
Qui le ritrovo
come sottofondo
nell’attesa del sonno ristoratore
(1) Genesis – Musical Box
_______________________

Castrojeriz solitario borgo
Dal colle emerge
Come un’isola
Approdo sicuro
per secoli
Un brandello del passato
Testimonianza oggi
Del tempo che fu
_______________________

Ogni biforcazione
rimette tutto in discussione.
Ogni orizzonte
può nasconderne un altro.
Come nella vita di tutti i giorni
_______________________

Strade, sentieri
Al mattino infiniti
Come lo spazio
dentro di me
Come i ricordi
della mia vita
Come il silenzio
Dei luoghi attraversati
_______________________

La solitudine facilita
a liberarsi
dai pensieri superflui
_______________________

Fisso spazi aperti
Tendo l’orecchio
Come ho imparato
I ricordi più antichi
si distendono
si raccontano
l’uno all’altro
Percepisco che qui
la mia anima
lentamente muta
E’ meno ansiosa
di vivere
e gioisco
della rinnovata serenità
_______________________

Il Cammino di Santiago
Ha attraversato
i secoli
la storia
Oggi è diventato
un non luogo
Forse un’utopia
Forse l’isola
che non c’è
Forse il luogo
del tutto e del nulla
Per qualcuno
Forse il luogo
di una rivelazione
_______________________

La strada è una e tutte
Luogo dello spazio
Indefinito
E non descrivibile
I Cammini di Santiago
E simili
Oggi forse
nuovo modello
Di vita
dove riconsiderare
lo spazio
il tempo
la fatica
i bisogni
_______________________

Monti lontani
Linea impercettibile
Tra cielo e terra
Un prima e un dopo
Dell’andare
in questa giornata
Dove solo i passi
Possono misurare
Lo spazio infinito
_______________________

Raggi di sole
sbucano dalle nuvole
Un arcobaleno
Dopo tanta pioggia
Lo fisso
Penso
Sarebbe bello
raggiungere
le due estremità
Scoprire se è vero
che lì folletti del bosco
nascondono i loro tesori
Tornare bambino
solo qualche ora
giusto il tempo
per raggiungere
almeno una di quelle estremità
_______________________

E’ sempre presente
il sogno da realizzare
Percorrere le Antiche Vie
In solitudine, leggerezza.
E consapevolezza
Il tempo della vita che mi rimane
Non sarà sufficiente a percorrerle tutte
_______________________
 

Edo

Admin
Membro dello Staff
Socio Assoc.ne PPS
Collaboratore Ass.ne
Direttivo Ass.ne
Racconto fuori concorso ma nulla vieta di votarlo
 

minuetta

Utente storico e attivo
Socio Assoc.ne PPS
solo chi ha tanto camminato e pensato , sa descriverlo così bene
il " cammino"
grazie
Cetty
 

Trova un utente

Scudetto Libretto PPS

I libretti sono realizzati totalmente in carta riciclata e hanno misura 112 x 85 mm
La penna è di colore nero e le pagine sono a righe orizzontali

Lo scudetto è realizzato in stoffa e può essere cucito o incollato dove si desidera, non è termoadesivo.

Il costo comprende anche le spese di spedizione che variano a seconda della quantità ordinata.

Scelta oggetto
Alto