• Ciao Ospite, benvenuto nel forum Pellegrini per Sempre
    lo stai visitando nella sua parte pubblica, comunque anche da ospite puoi scrivere un argomento nel forum dedicato agli ospiti ma se vuoi interagire con gli iscritti, vedere tutti i forum della board, partecipare ai nostri raduni e tanto altro e' necessario effettuare l'iscrizione cliccando in alto su "Registrati".
    La registrazione, oltre a quanto detto sopra, porta anche a non visualizzare alcune pubblicità come quella sottostante nelle varie risposte dei forum

Piccoli Cammini Quotidiani


fulvia53

Utente storico e attivo
Socio Assoc.ne PPS
Beato te, io quando mi perdo vado nel panico e non riesco a ragionare. Un conto è perdersi in città che puoi chiedere a chiunque e un conto è perdersi in mezzo al bosco dove non passa nessuno e mi è successo più di una volta.
 

Julo

Utente storico e attivo
Mai uscire senza almeno una cartina del luogo dove si va, E magari segnarci alcuni punti chiave quando ci passiamo in modo da avere almeno un'idea di dove possiamo essere.
Poi mai lasciarsi prendere dal panico (più facile a dirsi che a farsi, ma non impossibile. Nel caso dovesse iniziare, sedersi, respirare lentamente e profondamente per qualche minuto).
Aiuta moltissimo un apparecchio GPS (magari con le mappe di openstreetmaps che hanno anche i sentieri) che registra la nostra camminata. In caso di perdita dell'orientamento basta ritornare sui propri passi seguendo la traccia registrata.
Comunque avvertire sempre qualcuno di dove si va e di quale tragitto si ha intenzione di fare. Avvertire in caso di cambio di programma. Più di qualche volta è capitato di gente che abbia cambiato idea e non ha avvertito. Il soccorso ha girato 3 giorni su di un monte e la persona era invece da un'altra parte e non avendo avvertito non è stato trovato.
Nelle regioni e provincie in cui è già attivo il NUE 112 installare l'app "112 Where ARE U" e chiamare i soccorsi attraverso questa perché passa in automatico anche la posizione GPS. Purtroppo per noi "muli e mule" non funziona in Slovenia. Esiste però, almeno nella zona confinaria, una convenzione tra i 112 per cui una chiamata a quello sloveno, se la posizione è in Italia viene subito girata a noi, e viceversa (cosa utile visto che le reti non seguono i confini e spesso ti trovi sulla rete dell'altro paese).
 

fulvia53

Utente storico e attivo
Socio Assoc.ne PPS
Sono tornata a camminare dopo i troppi giorni di brutto tempo.
Il posto che mi piace e che mi trasmette tranquillità è la chiesetta di Santa Maria in Siaris che si trova nel parco naturale della Val Rosandra. Per me è una grande impresa essere riuscita dopo tanto tempo tornare lassù, non è molto in alto ma la salita è molto ripida ed è un sentiero sassoso e pericoloso perché le pietre rotolano sotto ai piedi, tornare indietro è ancora peggio.
So che per chi è montanaro sarebbe una passeggiata e impiegherebbe un quarto del tempo che ho impiegato io ma l'importante è che ci sono riuscita.
Una piccola curiosità: dove partono i vari sentieri c'è il rifugio Premuda gestito dal CAI di Trieste ed è il rifugio più basso d'Italia, (81 metri slm).

1-rifugio.jpg

Dopo il rifugio inizia il sentiero e subito dopo sulla destra c'è un lungo pezzo dell'acquedotto romano che hanno ripulito e ancora stanno continuando a lavorare per riportare alla luce altri tratti.
2-acquedotto.jpg

Continuando si sale e c'è un tratto che passa in mezzo alla pietraia, qualcuno che forse è stato in Cammino ha sentito nostalgia e ha fatto un ometto.

4-ometto.jpg

Salendo lungo il sentiero ad un certo punto c'è la deviazione verso la chiesetta e inizia la salita a zig zag molto più ripida del tratto precedente.
Quella in mezzo al bosco è la chiesetta.
5-salita.jpg

Continuo a salire....
6-continua la salita.jpg

Eccomi arrivata alla chiesa di Santa Maria in Siaris

7-chiesetta.jpg

Sul lato sinistro della chiesa c'è un punto panoramico da cui si vede la cascatella del torrente Rosandra

8-vista dalla chiesetta.jpg

Hanno iniziato a lasciare dei sassi all'esterno della finestra come richiesta alla Madonna di ricevere qualche aiuto.

9-finestra della chiesetta.jpg

Mi sono seduta sulla panca di pietra per riposare e mangiare qualcosa visto che era ora di pranzo, finito il riposo mi alzo prendo lo zainetto e con gran sorpresa vedo un animaletto proprio dove c'era lo zaino ma quando l'ho appoggiato non c'era niente...mah! A casa ho fatto una ricerca e ho scoperto che si tratta di un'ape carpentiera che non avevo mai visto prima.
10-ape carpentiera.jpg

Salutata l'ape mi sono incamminata per tornare a casa. E' stata una bella giornata di sole e aria fresca proprio bello per camminare.
Totale circa km 7,5
 

Trova un utente

Scudetto Libretto PPS

ATTENZIONE : SPEDIZIONI SOSPESE DAL 23 NOVEMBRE AL 31 DICEMBRE

La spedizione per gli ordini effettuati in quel periodo verrà effettuata dopo il 1° gennaio

I libretti sono realizzati totalmente in carta riciclata e hanno misura 112 x 85 mm
La penna è di colore nero e le pagine sono a righe orizzontali

Lo scudetto è realizzato in stoffa e può essere cucito o incollato dove si desidera, non è termoadesivo.

Il costo comprende anche le spese di spedizione che variano a seconda della quantità ordinata.

Scelta oggetto
Alto