"Sopravvivenza" sul primitivo

Paola87

Iscritto
Ciao a tutti,
Dopo aver condiviso il mio entusiasmo per la preparazione dello zaino sono qui a chiedervi qualche consiglio...forse banale...ma sono sicura che saprete dare risposta a questi miei dubbi...:occhiali:

1- ho "scaricato" la lista degli albergues su gronze e l ho comparata ad altri siti... ora... non mi è così chiaro se tutti gli albergue hanno "la cucina"... perché su alcuni manca il disegno di pentole o stoviglie... come capirlo?..
Considerate che il mio cammino non sarà assolutamente pianificato in anticipo...deciderò sul momento guidata dall'istinto...ma se avete consigli su come "annusare" l albergues giusto sono tutta orecchi... (comunque ho capito dal forum che devo fermarmi a bordenaya)

2-ho visto che in alcuni non ci sono stoviglie... mi consigliate di prendere una tazza (una cosa calda a colazione x me è quasi sacra...:D..)... tipo una in plastica da microonde o una in alluminio da fuoco? O inutile?

Considerate su queste prime due domande che chiedo della cucina sia xe ho alcune ristrettezze alimentari e se non trovassi nei "bar" avrei il piano B..sia perché mi piace l idea di cenare "in comune"...

3- riflettevo sul fatto che molti parlano di usare l asciugatrice...comodissima certo...ma il problema è che ho visto che quasi tutto il mio abbigliamento, che è tecnico (solo la parte superiore), non può essere messo in asciugatrice...ora...il sondaggio è questo: invece che portare due maglie tecniche se me ne porto una tecnica e l altra in cotone? Pesa di più e si suda/si resta bagnati di più...ma si può asciugare...che dite?..

Grazia in anticipo a tutti:amore:
 

maryam

Utente storico e attivo
Socio Assoc.ne PPS
Non ricordo bene la situazione delle stoviglie sul cammino perché ho sempre cenato fuori e fatto colazione al primo bar, se c'era.
So per certo che a Cornellana la cucina ha le tazze e le stoviglie e che a Bodenaya e la Mesa cucinano gli hospitaleros e c'è la cena comunitaria.
Per il resto, ogni volta che le ho trovate, ho sempre buttato tutto in lavadora e secadora ed ho solo capi tecnici. Forse sono stata incosciente, ma abbastanza fortunata perché non si sono danneggiati.
Penso forse che, avendo i pellegrini per lo più capi in materiali sintetici, non siano tarate alla massima potenza.
 

Edo

Admin
Membro dello Staff
Socio Assoc.ne PPS
l'anno scorso, no due anni fa ... ho usato almeno 3 volte la secadora e ho tutto tecnico... e nulla si è rovinato, son tarate alla minima potenza proprio per questo motivo.

Pure io come maryam o mangio fuori o cena comunitaria se c'è... ma in ogni albergue trovi delle tazze.. ma se ti fa star tranquilla portane una da microonde.

Edo
 

Raùl

Utente storico e attivo
Socio Assoc.ne PPS
Se nella guida di gronze non c'è la pentola, significa che in quell'albergue non c'è cucina.
Le stoviglie credo che si riferiscano ad un eventuale "ristorante", ovvero: non c'è cucina ma l'hospitalero prepara da mangiare; cioè, se c'è il segnalino delle stoviglie, puoi mangiare ciò che offre la struttura (cena comunitaria) ma non cucinarti da sola.
Non stare a portarti tazze o tazzine: non serve! Se c'è il caffè in albergue te lo danno loro e se non c'è vai al bar ... se il bar è chiuso (capita, oh, se capita ...) aspetti che apra il prossimo e cominci a camminare senza aver preso il caffè!
Se proprio non puoi farne a meno, oltre alla tazza ti dovrai portare la moka, la polvere, lo zucchero ed il cucchiaino: si può fare ma dovresti cambiare zaino. ;-)
Io ho sempre messo tutto il materiale tecnico nella secadora e non ho mai avuto problemi.
 

freespirit

Administrator
Membro dello Staff
Socio Assoc.ne PPS
Se non puoi fare a meno del caffè la mattina, organizzati la sera prima..bottiglietta vuota (io uso quelle dei succhi) e ci metti un caffè magari preso al restaurante o in un bar aperto, se in albergue c'è calefacción lo puoi pure tenere in caldo. Altro sistema è sempre una bottiglietta vuota e bustine di nescafè, l'acqua bollente delle docce non manca e qualche bustina di zucchero uno ce l'ha sempre con se. Almeno io si per i cali di pressione. Poi un pacchetto di galletas che nn occupano spazio e il desayuno è risolto.
Altro uso della bottiglietta è quella di potersi preparare un brodo liofilizzato o un the al limone quando si vuole, basta avere le bustine e acqua bollente (in Francia c'è anche nei servizi pubblici dei bar ).


free
 

filippo cal

Utente attivo e partecipante
Del primitivo ho fatto a settembre solo la parte galiziana ( da el Acebo ) tieni presente che quando Gronze o terre di mezzo dicono che i servizi in alcune tappe sono pochi.. sono effettivamente pochi.. un panino e un po' d'acqua in più prima e dopo Lugo li porterei.. alla peggio tok ..tok alle case e l'acqua la danno ma non mi era mai successo.. nei luoghi di tappa c'è tutto no problem.
 

EMMETI

Utente storico e attivo
Socio Assoc.ne PPS
Condivido con te la difficoltà a partire senza prima colazione. Detesto la colazione al bar e la mia pressione è sottozero fino a che non ho assunto un po' di caffeina/Teina o anche solo zucchero. La colazione è per me il pasto più importante della giornata. Di solito ho dietro una tazza leggerissima da camping che mi serve anche per le medicine che devo prendere. Porto una bustina di tè e se la trovo una di nescaffe. È vero che spesso sono arrivate fino alla mèta ma molte volte le ho usate, magari la sera se fa freddo. Dipende anche dalla stagione in cui ti muovi. Se è alta stagione è più facile trovare bar e luoghi aperti.
Buon cammino
MT
 

Paola87

Iscritto
...:rofl: non bevo mai caffè al mattino:rofl:...
Come dice Filippo, sul primitivo i servizi sono minori rispetto al francese (o almeno è ciò che ho letto un po' ovunque) quindi da quel che ho capito devo organizzarmi guardando dove sono i market e prendere la colazione per più giorni...(i bar aprono troppo tardi per il mio stomaco:-)))...
Per la cena terrò sicuramente a mente i consigli sugli albergues che mi avete dato:ok:
 

Marcone698

Utente attivo e partecipante
Ciao Paola87,
ci sono stato questa estate, come altri pellegrini anche io preferisco fare colazione al bar e se non è aperto mi metto in cammino magari soffrendo e soprattutto dovendo sopportare il pessimo umore di mio figlio (che ridiventa umano solo dopo aver ingerito grassi saturi per un valore nutrizionale equivalente a 4000 calorie) in attesa di incontrare un bar aperto.
Sul Francese non ci sono problemi, bar ovunque aperti anche molto presto la mattina ma sul primitivo raramente mi è capitato un bar aperto la mattina presto e i pochi albergue che offrono il servizio di colazione di solito lo fanno ad orari non troppo compatibili con chi parte presto.
Per quanto riguardano le cucine direi che gli albergue attrezzati sono forse un 30% ma la percentuale diminuisce se oltre la colazione devi fare la cena, spesso mancano pentole, olio, sale o altro e devi andarlo a comprare.
Un'altra cosa, mi ècapitato nelle Asturie che fosse tutto chiuso anche di Sabato pomeriggio quindi nel caso di Sabato bisogna fare la spesa la mattina, detto questo devo comunque aggiungere che non sono mai morto di fame e che anche nei posti più isolati, dove ho dormito c'era sempre chi con 10-12 Euro mi ha fatto mangiare.
Buen Camino!
 
Ultima modifica:

Scudetto Libretto PPS

I libretti sono realizzati totalmente in carta riciclata e hanno misura 112 x 85 mm
La penna è di colore nero e le pagine sono a righe orizzontali

Lo scudetto è realizzato in stoffa e può essere cucito o incollato dove si desidera, non è termoadesivo.

Il costo comprende anche le spese di spedizione che variano a seconda della quantità ordinata.

Scelta oggetto
Alto