Chiudi
Ciao Ospite, benvenuto nel forum Pellegrini per Sempre
lo stai visitando nella sua parte pubblica, comunque anche da ospite puoi scrivere un argomento nel forum dedicato agli ospiti ma se vuoi interagire con gli iscritti, vedere tutti i forum della board, partecipare ai nostri raduni e tanto altro e' necessario effettuare l'iscrizione cliccando in alto su "Entra o Registrati".
Da questo link puoi anche iscriverti alla newsletter del forum. Buon Cammino
Chiudi
Solo per ricordare che abbiamo on line circa 365 album suddivisi per cammini con le Vostre foto. Se volete pubblicare le Vs. foto scrivetemi a : admin@pellegrinipersempre.it
Questo il link per visualizzare la nostra gallery
Chiudi
3a Ediz. Concorso Letterario
L'Associazione Pellegrini per Sempre bandisce
la terza edizione del concorso letterario...
Clicca qui per maggiori info

Una tacca sul proprio bordon

Discussione in '2a Ediz. Concorso letterario - I racconti votati' iniziata da Davideadesso, 15 Aprile 2018.

?

Che voto assegni al racconto ?

Sondaggio terminato il 30 Aprile 2018.
  1. 1

    0 valutazioni
    0,0%
  2. 2

    0 valutazioni
    0,0%
  3. 3

    0 valutazioni
    0,0%
  4. 4

    4 valutazioni
    11,1%
  5. 5

    8 valutazioni
    22,2%
  6. 6

    10 valutazioni
    27,8%
  7. 7

    7 valutazioni
    19,4%
  8. 8

    5 valutazioni
    13,9%
  9. 9

    1 valutazioni
    2,8%
  10. 10

    1 valutazioni
    2,8%
  1. Davideadesso

    Davideadesso Nuovo iscritto

    Una tacca sul proprio bordon


    Non lasciamo che il cammino diventi solo una tacca sul nostro bordone, È nella natura dell'uomo e del suo ego darsi un nome con : ho fatto.

    Non "abbiamo Fatto il cammino" lo stiamo ancora percorrendo.

    Dal ritorno da Santiago, Gerusalemme, o Roma abbiamo affrontato altre tappe e ne stiamo percorrendo altre. Siamo consapevoli di questo? Ora le difficoltà sono un pochino mutate, magari non si leniscono con l'arnica ma necessitano di due buone parole o un buon libro.

    Ora la fuente de agua è sempre a portata e la difficoltà sta nel continuare ad essere consapevole della sua ricchezza , della sua enorme importanza e della sua straordinarietà come della nostra.

    Sono difficoltà più impegnative più subdole perché ci portano senza far rumore al quieto vivere .

    Solo la Morte , nostra amica sincera, ogni tanto ci smuove dal torpore.

    Non lasciamo che il cammino sia un ricordo perché é passato , coltiviamolo ancora ed ancora perché é presente . Affrontiamo le difficoltà delle nuove tappe come la paura di essere monotoni.

    Una tappa nelle Mesetas sotto il sole possiamo considerarla monotona?

    Non lasciamo che il nostro cammino diventi una tacca sul nostro bordone, Non lo é.

    Proviamo a togliere " ho fatto" quando parliamo del nostro cammino e sostituirlo con " sto facendo"

    Proviamo ad immaginare , per chi si accinge a percorrere quei sentieri, di non andare a incamerare in un comparto stagno un esperienza fine a se stessa, ma di iniziare ad incamerare nel cuore la vita stessa.

    Il cammino é uno strumento , non una tacca.

    Il cammino é amore, non ha una fine.

    Il cammino non giudica.

    Quando si parte sforziamoci di capire il cammino e non leggere ciò che visivamente é corrotto dall'essere diventato "famoso", un esperienza da fare, come il farsi una canna.

    Quando ripartiamo facciamo lo stesso.

    È quando ci accorgiamo di essere ancora e fortunatamente ancora lungo il tracciato della vita, sforziamoci ancora perché il quieto vivere é sempre in agguato.

    Il quieto vivere è capace di teletrasportarci a finisterre in un attimo e senza il godere delle difficoltà , dei sassi, della polvere , delle compagnie , del donare, del condividere del piangere e asciugarsi le lacrime, del vedere e del comprendere che la presenza può concedere.

    Tanto amore
     
    A Griffo, za_rina, Renata e ad altre 7 persone piace questo elemento.
  2. minuetta

    minuetta Utente storico e attivo Socio Assoc.ne PPS

    ho citato solo questo , ma tutto mi ha fatto riflettere !
    Parole sante ;)
    grazie
    Cetty
     

Condividi questa Pagina

  1. Questo sito utilizza i cookies. Continuando a navigare tra queste pagine acconsenti implicitamente all'uso dei cookies.
    Chiudi